.
close

  •  

     

  • EVENTI

  • Incontri con la poetessa Anna Frajlich

    Incontri attorno alla raccolta di poesie «Un oceano tra di noi» pubblicata recentemente dalla casa editrice La Parlesia editore, in traduzione e a cura di Marcin Wyrembelski

     

    Lunedì 18 marzo 2019 - ore 18.00
    Polski Kot
    via Massena, 19 - Torino.

    Con la poetessa Anna Frajlich dialoga Giulia Randone, slavista e dottore di ricerca dell’Università di Torino. Evento nell’ambito del Festival Slavika 14-25 marzo a Torino

     

    Martedì 19 marzo 2019 - ore 18.30
    Circolo culturale Interno 18
    via Clavature 18 - Bologna

    Interverranno: Anna Frajlich, autrice, il professore Andrea Ceccherelli, docente di lingua e letteratura polacca dell’Università di Bologna, Marcin Wyrembelski, traduttore e gli studenti di lingua e letteratura polacca dell’Università di Bologna

     

    Mercoledì 20 marzo 2019 - ore 18.00
    IBS+Libraccio

    via de’Cerretani 16r – Firenze

    Saranno presenti: la poetessa Anna Frajlich, il professore Marcello Garzaniti ordinario di filologia slava, Paolo Ciampi giornalista e scrittore, Giovanni Agnoloni scrittore e traduttore, Marcin Wyrembelski

     

     

    Giovedì 21 marzo 2019 - ore 18.00
    Sala Accademica del Conservatorio “Santa Cecilia”
    via dei Greci 18 - Roma

    in occasione della Giornata Mondiale della poesia UNESCO, l’autrice parteciperà ad un reading poetico dal titolo Poesia che passione, con la partecipazione di 12 poeti europei.

     


    Lunedì 25 marzo 2019 - ore 17.30 
    Libreria Ubik
    via Benedetto Croce 28 - Napoli


    Durante l'incontro con l'autrice Anna Frajlich, interverranno:


    -  Raffaele Esposito, docente di Lingua e Letteratura Ebraica presso l'Università L'Orientale;
    -  Andrea F. De Carlo, docente di Lingua e Letteratura Polacca presso l'Università L'Orientale;
    -  Gianmarco Pisa, autore di "Corpi civili di pace in azione",·
    -  Maria Teresa lervolino, Boemista e Anglista nonché moderatrice dell'evento;
    Monika Jeżak, traduttrice.

     

     

     

    Anna Frajlich è una poetessa polacca di origini ebraiche che da anni vive negli Stati Uniti, dove ha insegnato lingua e letteratura polacca alla Columbia University di New York. È nata nel 1942 a Katta-Taldyk, nella Reppubblica Socialista Sovietica Kirghiza, dove era fuggita sua madre in seguito all’invasione tedesca di Leopoli nel 1941. Dopo la guerra è tornata in Polonia, abitando prima a Stettino e poi a Varsavia, dove si è laureata in lingua e letteratura polacca. Sull’onda della campagna antisemita fomentata dalle autorità comuniste nel 1968 la poetessa ha lasciato la Polonia l’anno successivo, soggiornando per qualche mese in Italia per poi, nel 1970, trasferirsi in pianta stabile a New York. Anna Frajlich è autrice di dodici raccolte di poesia, tra cui W słońcu listopada [Nel sole di novembre, 2000], Znów szuka mnie wiatr [Il vento mi cerca di nuovo, 2001), Pomiędzy świtem i wiatrem [Tra l’alba e il vento, 2006] e Łodzią jest i jest przystanią [È nave e nel contempo porto, 2013] nonché di una raccolta di racconti Laboratorium [Laboratorio, 2010]. Nel 2001 è stata insignita dell’onorificenza dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia.

    «Ho seguito la carriera di Anna Frajlich per anni. È una poetessa molto talentuosa». (Czesław Miłosz)

    «Ti ringrazio per tutte le tue poesie. Soprattutto quelle più toccanti che parlano della “dualità” della tua vita e del tuo destino». (dalla lettera di Wisława Szymborska ad Anna Frajlich, Cracovia 27.07.2001)

    «C’è un aggettivo, tanto insolito quanto efficace, che più di molti altri riesce a definire l’esistenza e la poesia di Anna Frajlich in modo esaustivo: ‘asintotico’. Tale termine, desunto dal linguaggio scientifico, ha il duplice merito di aiutare il lettore non solo a comprendere, ma anche a tradurre in immagine un percorso unico ed irripetibile come quello della poetessa». (Sara Quondamatteo, «Deckard»)

     

    comunicato stampa