.
close

  •  

     

  • EVENTI

  • Il 1 ° maggio 2004 ebbe luogo il più grande allargamento dell'Unione Europea nella storia. La Polonia, insieme a Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Estonia, Slovenia, Cipro e Malta, ha aderito all'Unione europea.

    Il primo passo verso l’adesione fu la firma dell'Accordo europeo il 16 dicembre 1991 che istituiva l’associazione tra la Polonia e le Comunità  Europee e i suoi Stati membri. Il momento simbolico fu la presentazione, l’8 aprile 1994 ad Atene, da parte del governo della Repubblica di Polonia di una richiesta formale di adesione all'Unione Europea. Quattro anni dopo iniziarono i negoziati formali di adesione. Nel referendum di adesione svoltosi dal 7 all'8 giugno 2003, il 77,45% dei polacchi ha votato a favore dell'adesione all'UE.

    La Polonia è il paese più popolato e con la più grande superficie tra i paesi che hanno aderito nel 2004. L'economia polacca è la sesta in Europa per grandezza del PIL e nel contempo ha uno dei tassi di crescita più alti dell’Unione. 

     La Polonia è un membro attivo e importante dell'UE, partecipa  ai più importanti dibattiti sul futuro dell’UE, sulla politica migratoria, climatica ed economica. L’appartenenza della Polonia all’Unione Europea rafforza la posizione del paese sulla scena internazionale portandogli inoltre molti vantaggi economici, politici e sociali.

     

    Ufficio Stampa Ministero degli Affari Esteri