.
close

  •  

     

  • EVENTI

  • Concerto-Installazione / Opere elettroacustiche / ArteScienza Festival

     

    SABATO 06 LUGLIO 2019

    Goethe-Institut Rom

    Via Savoia, 15
    00198 Roma, Italia

     

     

    ore 20.30 - Giardino basso

     

    Il concerto presenta opere di compositori internazionali di diverse generazioni, tra questi il brano di Elzbieta Sikora commissionato e realizzato all’INA-GRM di Parigi e alcuni brani selezionati nel Primo Congresso internazionale di musica elettroacustica di Aveiro, Portogallo EAW 2015.  

     

    Elzbieta Sikora           Grain De Sable            10.25

    Flo Menezes               Metascriptio                10.39

    João Pedro Oliveira   Aphãr                           11.01

    Antonio Sousa Dias   Gamanço n. 1              08.10

    Daria Semegen           Arabesque                  07.47

     

    Elzbieta Sikora

    Ha studiato Composizione a Varsavia con Tadeusz Baird e Zbigniew Rudzinski e a Parigi Musica Elettroacustica con Pierre Schaeffer e François Bayle, Composizione e Analisi con Betsy Jolas. Co-fondatrice, con Wojciech Michniewski e Krzysztof Knittel del Gruppo di compositori KEW. Ha seguito uno stage d’informatica musicale a Parigi all’IRCAM e al CCRMA di Stanford, USA. Ha ottenuto borse di studio dal Governo francese, dalla Città di Mannheim, dalla Fondazione Kosciuszko. Vive a Parigi dal 1981. Ha in catalogo oltre 50 opere di cui: tre balletti, tre opere, concerti, opere sinfoniche, opere di musica da camera, musica elettroacustica e mista. Ha ricevuto numerosi premi di Composizione tra cui il premio “Magistère a Bourges” , il premio “Nouveau Talent Musique” della SACD, premio “Primavera”  della SACEM, Menzione speciale dell’Academia del disco lirico. Nominata Cavaliere dell’ordine delle Arti e Lettere (Francia) ha ricevuto la Croce di Cavaliere dell’Ordine al Merito (Polonia). 

      

    Flo Menezes

    Brasile, 1962. Ha studiato Composizione all'USP e Musica Elettroacustica allo Studio per la Musica Elettronica di Colonia, in Germania. Si è specializzato al Centro di Sonologia Computazionale di Padova. Conclude il suo dottorato di ricerca nel 1992 in Belgio con una tesi pluripremiata su Luciano Berio. Ha recitato nella Sacher Foundation a Basilea, in Svizzera e all'IRCAM di Parigi. Nello stesso anno, nel 1997, è diventato il primo docente di Musica e Composizione Elettroacustica del Brasile. Tra i molti premi ricevuti sono da evidenziare il Prix Ars Electronica, Austria (1995) e Giga-Hertz-Preis di Karlsruhe, e di Friburgo, Germania (2007).    

     

    João Pedro Oliveira

    Ha iniziato gli studi di Organo all'Istituto Gregoriano di Lisbona. Dal 1985 al 1990 si è trasferito negli Stati Uniti con una borsa di studio della Fondazione Gulbenkian, dove ha conseguito un dottorato in Musica all'Università di New York a Stony Brook. La sua discografia comprende opere da camera, orchestrali, un'opera da camera, per quartetto d'archi, per solisti, musica elettroacustica e video sperimentale. Ha ricevuto oltre 50 premi e riconoscimenti internazionali per le sue opere, tra cui il Giga-Hertz Award e il Magisterium Prize dell'IMEB (Bourges). La sua musica è eseguita in tutto il mondo e la maggior parte delle sue opere sono state commissionate da gruppi e fondazioni portoghesi ed esteri. È docente presso l'Università Federale di Minas Gerais (Brasile) e l'Università di Aveiro (Portogallo) dove insegna Composizione, Musica Elettroacustica e Analisi. 

     

    Antonio Sousa Dias 

    Lisbona, 1959. Compositore, ha conseguito un dottorato in Musicologia all’Università Paris VIII sotto la direzione di Horacio Vaggione e si è laureato in Composizione al Conservatorio Nazionale (classe Costanza Capdeville). E’ membro del CITAR e del CICM. E’ stato docente al Conservatorio Nazionale dal 1985 al 1987 e presso la Scuola di Musica di Lisbona dal 1987 al 2001, dove ha anche ricoperto il ruolo di direttore dal 1995 al  2000. Ha composto musica per film e televisione. Le sue opere sono state eseguite in diversi paesi (Portogallo, Francia, Spagna, Italia, Russia, Argentina, Stati Uniti, ecc.).

     

    Daria Semegen

    Emigrata negli Stati Uniti nel 1951, ha studiato Musica alla Eastman School of Music e presso il Rochester Institute of Technology. Tra il 1968 - 1969, dopo aver vinto il prestigioso premio Fullbright, si trasferisce in Polonia dove conosce Witold Lutosławski e partecipa alla vivace scena artistica di Varsavia e Cracovia. Al ritorno dalla Polonia viene ammessa a Yale, dove studia Composizione con Bülent Arel. Dal 1971 è alla Columbia University dove collabora con Vladimir Ussachevsky e dove insegna Musica Elettronica fino al 1975. Dal 1974 diventa docente alla State University of New York di Stony Brook, dove collabora con lo stesso Arel nell'organizzazione e nella stesura dei primi corsi di Musica Elettronica a livello nazionale e nella creazione dello Stony Brook Electronic Music Studio di cui oggi è la direttrice.

     

    Biglietto unico  € 3 

     

     

     

     

    ore 21.30 - Giardino alto

     

    SAX IN DUO

    Performance di saxatile2 [modulable saxophone ensemble]

     

    “Il Sassofono è uno strumento giovane ed è in continuo divenire. Lo vediamo in “Ultimo a lato (2005)” dove in un gioco di chiaroscuri Giorgio Netti sperimenta una velocità e una leggerezza inusitate, intuibili forse solo con la coda dell’occhio, dell’orecchio. “Maqam evolution” (Wilfred Jentzsch, 2018) è una variante di un progetto antico in cui una melodia orientaleggiante si sovrappone al proprio alter ego digitale. “Il lavoro dell’orafo” (Luigi Pizzaleo, 2019) poi è un delicato gioco di sfumature che vibrano di malinconia, mentre “Axe rouge III” (Elżbieta Sikora, 2008) è un uccello meccanico che si nutre dell’elettronica come linfa vitale. “Jeux à deux”, infine (Georges Aperghis, 2004, versione a due di “Jeux à quatre”), è un meraviglioso rincorrersi di sofisticate elaborazioni.”

    E. Filippetti

     

     

    Giorgio Netti                                     Ultimo a lato                       10.00                                                                

    per sax soprano solo

     

    Wilfred Jentzsch                              Maqam Evolution              12.00

    per sax contralto ed elettronica

    (prima esecuzione in Italia)

     

    Luigi Pizzaleo                                     Il lavoro dell’orafo            11.00

    per due sax contralto ed elettronica

    (creazione per ArteScienza)

     

    Elżbieta Sikora                                  Axe rouge III                     12.00

    per sax sopranino, soprano, contralto ed elettronica su traccia

    (prima esecuzione in Italia)

     

    Georges Aperghis                           Jeux à Deux                        05.00

    per due sax contralto

     

     

    Enzo Filippetti

    Professore di Sassofono al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Da trentacinque anni tiene concerti in tutto il mondo: si è esibito alla Biennale di Venezia, al Mozarteum di Salisburgo, a Roma, Milano, Parigi, Londra, Berlino, Vienna, Madrid, Bruxelles, Buenos Aires, Caracas, Riga, Birmingham, Köln, Lyon, Principato di Monaco, Yeosu (Korea), Kawasaki, Adis Abeba, Chisnau, Taormina, Ravello. È molto attivo nel campo della Musica contemporanea, di cui è stimato interprete, e molti tra i più importanti compositori hanno scritto per lui circa centocinquanta opere e gli hanno affidato numerose prime esecuzioni. Come solista e con il Quartetto di Sassofoni Accademia ha inciso per Nuova Era, Dynamic, Rai Trade, Sconfinarte e Cesmel. Ha pubblicato studi per Riverberi Sonori.

     

    Danilo Perticaro

    È nato a Cosenza e ha ottenuto giovanissimo il Diploma accademico in Sassofono al Conservatorio Stanislao Giacomantonio della sua città con Luigi Grisolia e poi con il massimo dei voti e la menzione d'onore al Master di secondo livello in Interpretazione della Musica Contemporanea al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Ha vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali. Dal 2012 è sassofonista dell’Orchestra sinfonica del Teatro Rendano di Cosenza e collabora con orchestre ed ensemble, soprattutto nell’ambito della musica contemporanea e computer music. Ha registrato per Rai Uno e sta incidendo un CD dedicato alle opere per sassofono di Karlheinz Stockhausen. 

     

     

    Biglietto intero € 10,  ridotto € 8 

    Prenotazioni e informazioni CRM tel: 06 45563594, info@crm-music.it

     

    www.artescienza.info